RSS

APERTURA NUOVO UFFICIO: TUTTO COMPLETATO!

APERTURA NUOVO UFFICIO: TUTTO COMPLETATO!

Siamo molto contenti e soddisfatti del completamento del nostro nuovo ufficio di Carpi! Il risultato, dopo vari mesi impiegati nella ristrutturazione e nella scelta degli arredi, ci rende orgogliosi!

Venite a trovarci, ora a Carpi, oltre nella sede di via G. Mazzali n. 23, siamo anche in Via Etna n. 12 (Rotonda Dorando Pietri).

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 febbraio 2022 in Eurocasaimm

 

Tag: , , , , , , , , ,

Bonus prima casa per i giovani: la guida alle novità per il 2022.

Bonus prima casa per i giovani: la guida alle novità per il 2022.

La legge di Bilancio 2022 ha introdotto la proroga e rifinanziato con altri 242 milioni di euro il bonus prima casa per i giovani under 36 anni già previste nel decreto Sostegni bis della scorsa estate. Ma come fare ad accedere al bonus prima casa per i giovani che vogliono accendere un mutuo, quanto si può risparmiare e quali requisiti si devono avere? Vediamolo insieme.

Come funziona

Con il bonus mutui prima casa per i giovani di età non superiore ai 36 anni lo Stato dà accesso alla garanzia sull’80 per cento della quota capitale del mutuo necessario ad acquistare casa. In questo modo lo Stato si sostituisce ad altri garanti anche nel caso in cui il richiedente non sia una persona con un contratto a tempo indeterminato, agevolando le banche a concedere prestiti altrimenti considerati “a rischio”. Secondo quanto previsto dalla normativa, inoltre, i tassi applicati al mutuo con requisiti per accedere al bonus non potranno avere tassi superiori al TEGM pubblicato trimestralmente dal Mef.

Le agevolazioni fiscali

Oltre alla garanzia statale sul mutuo, il Bonus prima casa per i giovani under 36 prevede altre agevolazioni fiscali quali:

  • imposta di registro gratuita (invece che il 2 per cento del valore catastale)
  • imposta ipotecaria e catastale gratuita (invece che 50 euro ognuna)
  • Iva al 4 per cento se si acquista casa dal costruttore che diventa credito di imposta
  • Esenzione dall’imposta sostitutiva dello 0,25 per cento sul finanziamento per acquisto, costruzione o ristrutturazione dell’immobile prima casa con requisiti per accesso al bonus prima casa per i giovani under 36.

Bonus prima casa giovani, quali sono i requisiti

Come previsto dal Decreto Sostegni bis, il bonus prima casa per chi ha fino a 36 anni con particolari requisiti prevede che chi avrà acquistato casa tra il 24 giugno 2021 e il 31 dicembre 2022 possano beneficiare di condizioni particolarmente favorevoli.

Per poter accedere, occorrerà dimostrare:

  • di compiere non più di 36 anni nell’anno del rogito;
  • di avere Isee inferiore a 40 mila euro annui;
  • di dover stipulare un mutuo di non più di 250 mila euro
  • che la casa acquistata sarà adibita ad abitazione principale e non essere accatastata come abitazione di lusso

Non occorrerà invece avere un contratto a tempo indeterminato, poiché la garanzia statale è accessibile anche ad autonomi e precari, purchè in possesso dei requisiti citati.

Bonus prima casa per gli immobili all’asta

Il bonus casa per i giovani under 36 può essere richiesto anche qualora si desideri acquistare all’asta la prima casa, come spiegato dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 13 dicembre 2021 con la risposta all’interpello n. 808. Anche in questo caso le agevolazioni si applicano sulle imposte relative alla registrazione del decreto di trasferimento, oltre che negli altri casi previsti.

Bonus prima casa giovani under 36, come ottenerlo

Per ottenere il bonus prima casa under 36 occorre cliccare sulla categoria “Famiglia e Giovani” nella homepage del sito di Consap, selezionare “Fondo prima casa” e poi “Per accedere al Fondo con la garanzia dell’80%”. A questo punto si potrà scaricare il modulo necessario da riconsegnare compilato alo sportello bancario, insieme a Isee e documento di identità.

FONTE: IDEALISTA

https://www.idealista.it/news/finanza/casa/2022/01/13/157313-bonus-prima-casa-per-i-giovani-la-guida-alle-novita-per-il-2022#simple-table-of-contents-1

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 gennaio 2022 in Attualità

 

Tag: , , , , , , , , ,

Superbonus 110, proroga al 2023 confermata dal Cdm di Draghi

Superbonus 110, proroga al 2023 confermata dal Cdm di Draghi

Proroga del superbonus 110 al 2023, che potrebbe arrivare al 2024, confermata nel Consiglio dei Ministri presieduto da Draghi che ha dato via libera alla Nadef, la nota di aggiornamento al Def. Secondo le ultime notizie la proroga dell’ecobonus 110 dovrebbe essere contenuta nella legge di bilancio 2022.

Cos’è il Nadef e tutte le misure 2021

Nell’introduzione alla nota di aggiornamento al DEF approvata nel corso del Consiglio dei Ministri si legge infatti “Il sentiero programmatico per il triennio 2022-2024 consente di coprire le esigenze per le cosiddette politiche invariate e il rinnovo di numerose misure di rilievo economico e sociale, tra cui quelle relative al sistema sanitario, al Fondo di Garanzia per le PMI e agli incentivi all’efficientamento energetico degli edifici e agli investimenti innovativi. Si sarà inoltre in grado di attuare la riforma degli ammortizzatori sociali e un primo stadio della riforma fiscale. L’assegno unico universale per i figli verrà messo a regime”.

Superbonus 110 proroga 2023 unifamiliari

La proroga al 2023 del superbonus 110 dovrebbe riguardare in primis le case unifamiliari, quelle che attualmente sono maggiormente penalizzate dall’attuale scadenza del superbonus 110 che è fissata per il 30 giugno 2022. Per gli edifici fino a 4 unità immobliari con un unico proprietario la scadenza è fissata al 30 giugno 2022, ma se entro tale data è stato realizzato più del 60% dei lavori, la scadenza slitta al 31 dicembre 2022.

Diverso è il caso dei condomini la cui scadenza è fissata al 31 dicembre 2022. Per gli edifici di proprietà degli ex IACP la scadenza del superbonus 110 è il 30 giugno 2023, o il 31 dicembre 2023 se entro il 30 giugno 2023 è stato realizzato più del 60% dei lavori.

Fonte: Idealista

 
 

Tag: , , , , , , , ,

INIZIATI I LAVORI NEL CANTIERE DI CIBENO!

INIZIATI I LAVORI NEL CANTIERE DI CIBENO!

Sono iniziati i lavori nel COMPARTO B16 a Carpi (Cibeno, via Pola Esterna – via Lago di Calamone) dove sorgerà un piccolo edificio residenziale composto da 2 villette, 1 maisonette ed 1 attico con ingresso privato! Seguiremo con entusiasmo questo bellissimo intervento che verrà costruito con i più recenti standard inerenti il risparmio energetico, l’antisismica e l’isolamento acustico!

…ed a breve… partiranno i lavori nel lotto adiacente!!!! STAY CONNECTED!



		
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 settembre 2021 in Eurocasaimm

 

Tag: , , , , , , , , , ,

CHIUSURA UFFICI EUROCASAIMM – Agosto 2021

CHIUSURA UFFICI EUROCASAIMM – Agosto 2021

I nostri uffici rimarranno chiusi nei seguenti giorni di Agosto:

  • Eurocasaimm Carpi: dal 15 al 22 compresi – tel.: 059/645023;
  • Eurocasaimm Novi: dal 7 al 15 compresi – tel.: 059/677539;
  • Eurocasaimm Rolo: dal 13 al 26 compresi – tel.: 0522/658323.

Nei restanti periodi riceveremo previo appuntamento! Ringraziamo per la collaborazione ed auguriamo a tutti BUONE FERIE!!!

 
 

Tag: , , , , , , , ,

Bonus fiscali per la casa, tutte le informazioni in una pratica guida

Bonus fiscali per la casa, tutte le informazioni in una pratica guida

Riflettori accesi sui bonus fiscali per la casa. Il Consiglio Nazionale del Notariato e 14 Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la difesa dei consumatori, Unione Nazionale Consumatori) hanno realizzato una pratica guida che offre tutte le informazioni relative alle agevolazioni fiscali destinate a rigenerare il patrimonio immobiliare.

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Agevolazioni prima casa giovani under 36, la guida del Notariato

Agevolazioni prima casa giovani under 36, la guida del Notariato

Nel decreto Sostegni bis è presente un pacchetto di agevolazioni fiscali a favore dei giovani che non abbiano ancora compiuto 36 anni per stimolare l’acquisto di una casa di proprietà. In una guida del Consiglio Nazionale del Notariato un elenco completo di domande e risposte per togliersi ogni dubbio in merito.

Cosa prevede la norma?

La norma prevede l’esonero dal pagamento delle imposte di registro, ipotecarie e catastali per l’acquisto della proprietà di abitazioni che abbiano i requisiti di “prima casa”, o per il trasferimento o la costituzione di nuda proprietà, usufrutto, uso o abitazione di abitazioni che abbiano i requisiti di “prima casa” a favore di soggetti che non abbiano compiuto nell’anno 36 anni di età e che abbiano un ISEE non superiore a 40.000 euro annui.

A quali tipologie di acquisto di immobili si applicano le agevolazioni fiscali previste dal dl sostegni –bis?

La norma fa riferimento agli atti di acquisto di abitazioni per le quali ricorrono i requisiti di “prima casa” e, quindi, escluse quelle di categoria catastale  A1, A8, A9. Anche le relative pertinenze beneficiano di questa agevolazione fiscale. La norma si applica anche quando la cessione delle case di abitazione con i requisiti di “prima casa” avvenga da parte di un’impresa.

Chi ha diritto alle agevolazioni fiscali?

Le agevolazioni fiscali previste dal decreto sostegni-bis sono esclusivamente a favore di soggetti che non abbiano ancora compiuto trentasei anni di età nell’anno in cui l’atto è rogitato e che abbiano un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 40.000 euro annui.

Cosa succede per chi acquista da impresa?

La norma riconosce agli acquirentiun credito d’imposta di ammontare pari all’IVA corrisposta all’impresa in relazione all’acquisto. Il credito d’imposta può essere portato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito, ovvero può essere utilizzato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare successivamente alla data dell’acquisto; può altresì essere utilizzato in compensazione ma in ogni caso non dà luogo a rimborsi.

L’esenzione fiscale vale anche per i mutui?

La norma dispone l’esenzione dall’imposta sostitutiva, che sarebbe dovuta nella misura dello 0,25% per i finanziamenti erogati per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione di immobili ad uso abitativo relativi alle abitazioni prima casaLa sussistenza dei requisiti per godere delle agevolazioni fiscali deve essere dichiarata dal mutuatario.

Quando entra in vigore la norma e fino quando sarà possibile usufruire delle agevolazioni?

Le misure contenute nel decreto “sostegni bis” si applicano agli atti stipulati dalla data di entrata in vigore del decreto legge, il 26 maggio 2021, fino al 30 giugno 2022.

Quando si decade dai benefici prima casa? Cosa succede in questo caso?

Si decade dall’agevolazione prima casa per dichiarazione mendace, alienazione dell’abitazione prima di 5 anni non seguita dal riacquisto entro l’anno, mancata alienazione entro l’anno dall’acquisto della precedente prima casa. In queste ipotesi, venendo meno i presupposti per godere delle agevolazioni ‘prima casa’, l’imposta di registro dovrà essere pagata nella misura del 9%, le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna, oltre all’applicazione di interessi e sanzioni. L’imposta sostitutiva sul finanziamento sarà applicata nella misura del 2%.

Cosa succede se non si rispettano i requisiti di età e di reddito previsti dalla legge?

Laddove l’Agenzia delle Entrate riscontri l’insussistenza degli altri requisiti previsti come l’età, il valore ISEE o il periodo temporale di validità delle agevolazioni, dovranno essere corrisposte le imposte dovute maggiorate di sanzioni e interessi. Non essendo venuti meno i requisiti e le condizioni per l’applicazione dell’agevolazione ‘prima casa’, l’imposta di registro sarà pagata nella misura del 2% e l’imposta sostitutiva per il finanziamento nella misura ordinaria dello 0,25%.

Fonte: idealista – link: https://www.idealista.it/news/finanza/fisco/2021/06/03/154276-agevolazioni-prima-casa-giovani-under-36-la-guida-del-notariato#xts=582070&xtor=EPR-1062-%5Bnews_weekly_20210604%5D-20210604-%5Bm-02-titular-node_154276%5D-3807524303@3

 
 

Tag: , , , , , ,

Approvato il Recovery Plan: il pdf con tutte le misure

Ecco il Piano nazionale di Ripresa e Resilenza presentato lunedì 26 aprile in Parlamento!

 
 

Tag: , , , , , , , , , ,

LA GUIDA PER VENDERE O COMPRARE CASA!

LA GUIDA PER VENDERE O COMPRARE CASA!

Ecco la nostra guida per comprare o vendere la tua casa, un semplice riassunto degli step da seguire e qualche piccolo consiglio che potrebbe esserti utile!

Se stai pensando di mettere in vendita la tua casa, allora la guida “VENDERE CASA” potrebbe interessarti!

Se stai iniziando a valutare l’acquisto della tua nuova casa, la guida “ACQUISTARE CASA” potrebbe darti qualche spunto e un po’ di chiarezza per come muoverti!

Se desideri approfondire alcune tematiche e parlare con un nostro consulente, non esitare a contattarci, siamo a completa disposizione!

-Eurocasaimm Carpi (MO), via G. Mazzali n. 23 – 059/645023 – carpi@eurocasaimm.com

-Eurocasaimm Novi (MO), via A. Ligabue n. 37 – 059/677539 – novi@eurocasaimm.com

-Eurocasaimm Rolo (RE), corso Repubblica n. 45 – 0522/658323 – rolo@eurocasaimm.com

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 gennaio 2021 in Eurocasaimm

 

Tag: , , , , , , , , ,

Legge di bilancio 2021, tutti i bonus casa e le misure per l’edilizia

Legge di bilancio 2021, tutti i bonus casa e le misure per l’edilizia

Indice dei contenuti

Non ha dimenticato il settore immobiliare la legge di bilancio 2021, approvata in via definitiva dal Senato e il cui testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che ha introdotto nuovi bonus per la casa (o prorogato quelli già esistenti) e per l’edilizia. Vediamo quali sono.

  • Proroga dell’ecobonus 110

Tra i bonus casa la misura più attesa era la proroga dell’ecobonus 110, perché consente ai contribuenti di usufruire fino al 30 giugno del superbonus (il 31 dicembre per i lavori già iniziati). 

  • Proroga del bonus ristrutturazioni

Un veteraneo tra i bonus per la casa, che permette di usufruire di una detrazione del 50% per le spese di ristrutturazione edilizia degli immobili e delle parti comuni degli edifici condominiali. 

  • Bonus mobili (con nuovo tetto di spesa)

La proroga del bonus mobili per il 2021 arriva con una gradita novità: l’innalzamento del tetto di spesa dagli attuali 10mila euro ai 16mila euro. Si ricorda che si tratta di una detrazione delle spese sostenute per l’acquisto di elettrodomestici e mobili che servano ad arredare immobili oggetti di lavori di ristrutturazione

  • Ecobonus nel 2021

Fratello maggiore del più famoso ecobonus 110, consente di usufruire di una detrazione con aliquota variabile dal 50% al 75% per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili.

  • Ritorna il bonus facciate

Il bonus facciate introdotto nel 2019 consente di usufruire di una detrazione del 90% per il rifacimento e messa a nuovo delle facciate esterne degli edifici esistenti (anche dei balconi)

  • Proroga del bonus verde nel 2021

Arriva anche la proroga del bonus verde nella legge di bilancio 2021. La detrazione vdel 36% per i lavori di sistemazione a verde degli edifici esistenti non potrà però usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito, opzioni ammesse per i bonus precedenti.

  • Novità nel 2021 per gli affitti brevi

Novità per gli affitti brevi nella legge di bilancio 2021. Tra le norme approvate nella manovra fiscale che ormai aspetta solo il sí definitivo del Senato, c’è quella che stabilisce che la cedolare secca sulle locazioni brevi si possa applicare solo per l’affitto di un massimo di quattro immobili. Con un numero superiore di immobili locati si configura come attività di impresa.

  • Bonus affitto per gli studenti fuori sede nel 2021

Il bonus affitto per gli studenti fuori sede previsto dalla legge di Bilancio 2021 potrà essere erogato ai soli studenti iscritti ad atenei statali in possesso di determinati requisiti. 

  • Proroga del credito d’imposta per l’affitto

La legge di Bilancio 2021 ha previsto la proroga al 30 aprile 2021 del credito d’imposta del 60% sugli affitti degli immobili a uso non abitativo introdotto con il decreto Rilancio. Il tax credit sui canoni di locazione è inoltre estesa alle agenzie di viaggio e ai tour operator

  • Nella legge di bilancio 2021 novità anche per l’Imu

Nella legge di bilancio 2021 è prevista anche l’estensione alla prima rata Imu delle agevolazioni introdotte dal decreto Rilancio per specifiche categorie di proprietari colpiti dall’emergenza covid.

  • Bonus idrico nel 2021

Una completa novità per il 2021 è l’introduzione del bonus idrico o bonus rubinetti e bagno. Si tratta di un incentivo di 1000 euro per le famiglie, 5000 euro per i pubblici esercizi, che vengono erogati per la sostituzione di rubinetti, soffioni doccia e sanitari per il risparmio dell’acqua.

  • Edilizia scolastica legge di bilancio 2021

La legge di bilancio 2021 ha stanziato oltre 1,5 miliardi per l’edilizia scolastica, destinati in particolar modo alle aree di maggiore rischio sismico. Inoltre vengono destinati 40 milioni alla costruzione di scuole innovative nei comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti delle regioni Abruzzo, Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. L’obiettivo è anche quello di contrastare lo spopolamento dei piccoli comuni del Mezzogiorno.

Fonte: Idealista – https://www.idealista.it/news/finanza/casa/2020/12/30/152272-legge-di-bilancio-2021-bonus-casa-ed-edilizia#xts=582070&xtor=EPR-1062-%5Bnews_weekly_20210108%5D-20210108-%5Bm-01-titular-node_152272%5D-7524303@3

 
 

Tag: , , , , , , , , , , ,