RSS

Archivi tag: immobiliare

Superbonus 110, proroga al 2023 confermata dal Cdm di Draghi

Superbonus 110, proroga al 2023 confermata dal Cdm di Draghi

Proroga del superbonus 110 al 2023, che potrebbe arrivare al 2024, confermata nel Consiglio dei Ministri presieduto da Draghi che ha dato via libera alla Nadef, la nota di aggiornamento al Def. Secondo le ultime notizie la proroga dell’ecobonus 110 dovrebbe essere contenuta nella legge di bilancio 2022.

Cos’è il Nadef e tutte le misure 2021

Nell’introduzione alla nota di aggiornamento al DEF approvata nel corso del Consiglio dei Ministri si legge infatti “Il sentiero programmatico per il triennio 2022-2024 consente di coprire le esigenze per le cosiddette politiche invariate e il rinnovo di numerose misure di rilievo economico e sociale, tra cui quelle relative al sistema sanitario, al Fondo di Garanzia per le PMI e agli incentivi all’efficientamento energetico degli edifici e agli investimenti innovativi. Si sarà inoltre in grado di attuare la riforma degli ammortizzatori sociali e un primo stadio della riforma fiscale. L’assegno unico universale per i figli verrà messo a regime”.

Superbonus 110 proroga 2023 unifamiliari

La proroga al 2023 del superbonus 110 dovrebbe riguardare in primis le case unifamiliari, quelle che attualmente sono maggiormente penalizzate dall’attuale scadenza del superbonus 110 che è fissata per il 30 giugno 2022. Per gli edifici fino a 4 unità immobliari con un unico proprietario la scadenza è fissata al 30 giugno 2022, ma se entro tale data è stato realizzato più del 60% dei lavori, la scadenza slitta al 31 dicembre 2022.

Diverso è il caso dei condomini la cui scadenza è fissata al 31 dicembre 2022. Per gli edifici di proprietà degli ex IACP la scadenza del superbonus 110 è il 30 giugno 2023, o il 31 dicembre 2023 se entro il 30 giugno 2023 è stato realizzato più del 60% dei lavori.

Fonte: Idealista

 
 

Tag: , , , , , , , ,

Corso crescita professionale: Eurocasaimm con Gian Luigi Sarzano!

Corso crescita professionale: Eurocasaimm con Gian Luigi Sarzano!

Amiamo il nostro lavoro e ogni giorno cerchiamo di crescere e migliorare. Proprio per questo il nostro team ha deciso collaborare con il coach immobiliare di maggiore successo in Italia, Gian Luigi Sarzano!

 

 
 

Tag: , , , , , , , , ,

Conformità urbanistica degli immobili, ora la “dichiarazione” è obbligatoria.

Conformità urbanistica degli immobili, ora la “dichiarazione” è obbligatoria
„Sottoscritto stamani in Comune, il Protocollo di Intesa tra i Notai, i Geometri e gli Ingegneri. L’obiettivo è garantire ai cittadini e ai professionisti coinvolti nella compravendita di immobili la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità“

 

wordpress

Come tutelare il cittadino nelle compravendite edilizie,garantendo la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile? Ora, a Modena, sarà possibile attraverso la ‘Dichiarazione di Conformità Urbanistica e Catastale’, che diviene obbligatoria nel Comune a partire dall’1 gennaio 2017.

Tale documento viene ufficializzato e sancito dal Protocollo di Intesa sottoscritto stamani dai Notai, dai Geometri e dagli Ingegneri. A firmare il documento sono intervenuti Flavia Fiocchi (Presidente del Consiglio Notarile di Modena) , Andrea Ognibene (Presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Modena) , Augusto Gambuzzi ( Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena).

Dal punto di vista operativo, la ‘Dichiarazione di Conformità Urbanistica e Catastale’, è un documento che risponde all’esigenza di tutelare il cittadino che acquista e ha diritto ad acquistare bene, il cittadino che vende e si trova a dover rendere in atto, pena nullità, dichiarazioni di contenuto tecnico che non è in grado obiettivamente di rendere con competenza specifica.

Infine, non ultimo, questo stesso documento di ‘Conformità’ supporta il Notaio, posto a presidio della legalità, quindi innegabile promotore, pur senza responsabilità,  della circolazione di immobili che siano necessariamente “regolari” sia sotto il profilo urbanistico che sotto il profilo catastale e tutela anche gli agenti immobiliari , per legge responsabili se immettono sul mercato immobili non conformi .

In questo modo, infatti, tutti i soggetti coinvolti nella filiera dei trasferimento immobiliari avranno la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile. Non solo: allo Stato sarà assicurata una minore incidenza del contenzioso e delle procedure amministrative di sanatoria delle irregolarità.

“Il Protocollo – sottolineano Flavia Fiocchi , Andrea Ognibene e Augusto Gambuzzi – nato da un lavoro a quattro mani avviato dai notai e dai geometri cui hanno poi aderito anche gli ingegneri e al quale si auspica possano aderire presto gli altri Ordini tecnici,  parte da una delibera presa dai notai che interessa l’intera Regione Emilia Romagna, ed  è inteso a condividere  fra i tre  Ordini l’obiettivo primario della circolazione di immobili non abusivi,  attraverso la richiesta – in fase di vendita  – da parte di ciascun Notaio di una Dichiarazione di Conformità Catastale e Urbanistica redatta da un tecnico specializzato a prezzi calmierati , il cui testo base è stato studiato e condiviso tra tutti”.

 

 

FONTE: http://www.modenatoday.it/economia/dichiarazione-conformita-urbanistica-obbligatoria-compravendita-modena-2017.html

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 gennaio 2017 in Attualità

 

Tag: , , , , , , , , , ,